Home > culture autoctone, filosofia, filosofia politica > La polis, la filosofia ed Emanuele Severino

La polis, la filosofia ed Emanuele Severino

L’essere stato–orsono alcuni lustri–allievo di Emanuele Severino è un privilegio di cui sono sempre stato consapevole, e di cui non ho mai smesso di ringraziare la sorte, o come si vuol chiamare la ratio che talvolta riesco a intravedere nella concatenazione degli eventi che mi riguardano.

L’intervista al Corriere del maggiore filosofo italianoâÂÂebbene sì, per conferma leggere bene lâÂÂinizio per sapere cosa ne pensa Massimo CacciariâÂÂha fatto inevitabilmente riaffiorare ricordi e suggestioni che il tempo non ha mai veramente offuscato. La capacità di ribaltare i piani del discorso e di farne apparire le crepe o le perle nascoste : assolutamente fantastico. Piccolo esempio :

ëHa notato? Si passa da una situazione in cui si usa il cellulare per telefonare a quella in cui si telefona per usare il cellulare. Allo stesso modo non si prende più la macchina per farsi un giro ma si tende a fare un giro per usare la macchinaû, ride, ëper forza che a Milano non si circola, meglio il treno…û

Naturalmente lâÂÂargomento dellâÂÂintervista non è lâÂÂuso e lâÂÂabuso di cellulari e automobili. E neppure dei blogâÂÂper lâÂÂamor del cielo, sarebbe davvero troppo!âÂÂâ¦per quanto,uno potrebbe pure annusare qualche sottile relazione, ma è meglio lasciar perdere : de hoc satis. No, gli argomenti sono ben diversi : la politica, un nuovo illuminismo, Milano. Riporto un altro stralcio

ëEschilo, nelle Eumenidi , dice: non si deve praticare lâ anarchetos bios , cioè una vita anarchica, senza arché , senza verità; e nemmeno un despotoumenos bios , una vita guidata dalla tirannide, dal despota. Ci deve essere allora una vita che non sia tiranneggiata ma resti alla luce della verità e questa, dice, è nelle mani del demos , del popolo. La potremmo considerare come la prima e più chiara formulazione della democraziaû.
[domanda] E allora?
ëE allora lâ”illuminismo” che ha segnato la storia di Milano è una parola importante che richiama le origini della filosofia. La stessa filo-sofia, come amore della sofia , della sapienza, rimanda alla parola saphes che vuol dire “luminoso”. Il fatto è che la politica come noi la intendiamo oggi è figlia della filosofia. Prima dei greci potevano esistere città, stati, ma non esisteva politica perché non esisteva il pensiero della verità : la politica in senso tradizionale è lâÂÂadeguarsi della vita della città alla verità disvelata dal pensiero filosofico. Ma questa politica – i re-filosofi di Platone, la scienza architettonica di Aristotele – è ormai tramontataû.

Seguono altre perle. Eâ meglio leggerla tutta, lâÂÂintervista (anche se un pezzo, nellâÂÂedizione online, pare sia saltato). Io non ho alcun commento da fare. Il che non vuol dire che condivida tutto (con Severino, del resto, non andavo dâÂÂaccordoâÂÂfilosoficamente parlandoâÂÂneanche quando scrivevo la tesi di laurea e quando collaboravo con lui in Facoltà). Vuol dire soltanto che a volte è preferibileascoltare in silenzio, senza fiatare.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: