Home > esteri, interni > Il Riformista e la guerra al terrorismo

Il Riformista e la guerra al terrorismo

L’editoriale del Riformista di oggi è di quelli da non perdere. Alto e forte l’invito a lasciar perdere «le domande di ieri» per porsi, piuttosto, quelle (ineludibili) dell’oggi : «Quello che chiediamo alla sinistra riformista (ciò che distingue il patriottismo di una sera dal patriottismo d’ogni giorno) è se intende combattere la nuova guerra che abbiamo di fronte: quella contro i terroristi (…) Combattiamo anche noi il terrore globale (non solo Nassiriya, ma anche Istanbul)? Restiamo in Iraq perché lo consideriamo il teatro principale di questa guerra? Siamo disposti a riconoscere che la nostra missione di pace si svolge ora nel cuore di un conflitto, e dunque comporta i rischi e prescrive le regole di una missione in teatro di guerra?»

Onesta la presa d’atto che, stavolta, dal cardinale Ruini—“Noi non fuggiremo…”—si può prendere esempio : «La Chiesa comprende che oggi il paese non può replicare stancamente il dibattito di qualche mese fa, quando si divise sulla guerra di Bush all’Iraq, e il mondo cattolico si schierò nella sua maggioranza contro quell’intervento. La Chiesa comprende che è cambiato lo scenario ed è cambiata la guerra. Questa qui coinvolge direttamente anche noi, e ci è mossa dai terroristi».

Annotazione personale : dopo le parole che ho sentito pronunciare da D’Alema, a Otto e mezzo l’altro ieri, l’editoriale del Riformista mi conferma nella convinzione che questo sia uno dei momenti più delicati e importanti nella storia della sinistra riformista italiana. E nella storia di questo Paese. Come dimostra chiaramente di comprendere chi ritiene che sia arrivato il tempo in cui «il governo dovrebbe proporre, e l’opposizione dovrebbe sollecitare, un metodo nuovo e bipartisan». Bipartisan come quel certo patriottismo che non è «uno stato d’animo da funerali» ma «un abito mentale che si traduce in unità d’azione».

L’editoriale non è sfuggito a Rolli : da non perdere neanche il suo commento.

Categorie:esteri, interni
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: