Home > culture autoctone > Assimilazione

Assimilazione

Uno sviluppo interessante del mio post sull’Occidente (“Pulsione di morte”, 2 dicembre), che a sua volta prendeva lo spunto e introduceva una riflessione proposta da Paolo su I love America. Lo si legge sul blogda cui è partito tutto. Stupisce efa riflettere una profezia di Alexis de Tocqueville, che fa intravedere i requisiti fondamentali di una società multietnica non devastata dalle reciproche chiusure: l’assimilazione reciproca tra i gruppi che la compongono. Qualcosa a cui l’Europa di domani non può non essere particolarmente interessata. E per la quale—come ricorda Paolo— occorre saper creare almeno i presupposti.

 

 

Categorie:culture autoctone
  1. 5 dicembre, 2003 alle 0:46

    mi piace sto blog.
    penso ci tornero’ al wind rose hotel.
    alla prox

  2. 5 dicembre, 2003 alle 1:08

    Grazie, Havana. A risentirci.

  3. anonimo
    10 dicembre, 2003 alle 13:29

    E’ interessante,molto interessante questo argomento.Ti pongo questo quesito:come arrivare ad una integrazione culturale degli immigrati,e ancora di più dei loro figli,che saranno italiani a tutti gli effetti?E,cosa per me importante,ognuno senza perdere la propria identità?bill

  4. 11 dicembre, 2003 alle 0:01

    Domanda facile facile … Paolo su I Love America ha indicato delle coordinate. Io penso che avere chiari gli obiettivi (che sono quelli che tu hai ricordato) sia già un buon punto di partenza.
    Il problema sarà come attrezzarsi per il lungo cammino che c’è da intraprendere.
    La scuola, per dirne una, dovrebbe essere messa in condizione di svolgere il suo ruolo, che anche in questo campo è fondamentale. Ma, come ha scritto il Sole-24 Ore di martedì scorso, malgrado la buona volontà dei singoli. è ben lungi dall’essere adeguata alle necessità.
    Poi si tratta di riuscire a individuare di volta in volta misure concrete, flessibilità, opportunità.
    Insomma, credo che oltre alle giuste scelte strategiche bisognerà ricorrere ad un sano pragmatismo.
    Last but not least, assimilazione non deve voler dire annullamento delle differenze culturali (e naturalmente religiose), ma affermazione di regole condivise attinenti la sfera civile, giuridica, politica.
    Insomma, una cosa da nulla …

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: