Home > culture autoctone, interni, religione > Norberto Bobbio. La laicità, l’omaggio dei cattolici

Norberto Bobbio. La laicità, l’omaggio dei cattolici

Sfogliando i quotidiani online la sera tardi, ogni tanto capita di imbattersi in un editoriale o in un articolo che ti fanno dire : meno male che non l’ho perso, anche se per un pelo!
E’ quanto è capitato giusto ieri. Il sito è quello di Avvenire, sul quale troneggia la stupenda rubrica di Gianfranco Ravasi, “€œMattutino.” Ma stavolta Ravasi non c’entra. Infatti in bella evidenza c’€™era un editoriale in cui s iparlava di Norberto Bobbio, della laicità  e dei cattolici.
Il quotidiano cattolico elogiava il tipo di laicità  che il filosofo scomparso aveva testimoniato: «Non la laicità  che ignora, che declassa, che semina il dubbio negativo del rifiuto, ma una laicità  che nobilita la ragione come voce di una coscienza libera e aperta.» E concludeva con queste parole, che a mio modesto avviso fanno giustizia di tanti luoghi comuni. E danno una mano a chi pensa che abbattere qualche inutile muro sia un’impresa sempre meritoria e nella quale vale la pena di spendersi ogni qual volta ne capiti l’€™occasione:
«Lezione grande pure per noi cattolici che sovente dimentichiamo che la libertà  e la libera proposta si rafforzano più con la testimonianza che nei vincoli esterni. Lezione di umiltà  poiché non sempre la nostra mediazione di credenti o di Chiesa è all’altezza della posta in gioco e quindi sovente lascia inalterato e magari anche un po’ solitario questo incontro misterioso fra Dio e l’uomo in ricerca. La nostra mediazione è senza dubbio importante, funzionale, legata anche al carattere storico delle nostre esistenze, ma le strade di Dio sono tante, anzi sono infinite ed egli è Amore senza esclusioni, senza divisioni, senza dazi. In tutto questo si evidenzia una costante biografica di Norberto Bobbio che è stata evidenziata in questi giorni, cioè quella specie di pensiero mite che viene dall’uso onesto e fedele del proprio intelletto.»
Già , le strade di Dio sono tante. Questa è l€’idea di laicità  più corrispondente alle aspirazioni e al sentire di quei credenti che considerano tutti i fondamentalismi un autentico tradimento di ciò che sta alla base della loro stessa fede. E che sia stato Bobbio l’ispiratore di questa confessione, da parte di un cattolico, dà  la misura di quanto ciascuno abbia da imparare da chi professa altre fedi o anche nessuna fede, che non sia quella nell’€™uomo, nel suo intelletto, nella sua €œgrandezza.
L’editoriale fa infine riferimento ad una celebre intervista del filosofo torinese, vale a dire quella rilasciata al Corriere della Sera l’8 maggio 1981, alla vigilia del referendum sull’aborto. «Mi stupisco che i laici lascino ai credenti l’onore di affermare che non si deve uccidere», aveva detto il “€œpapa laico.”€ Ora, decisamente la questione è estremamente controversa, e non furono pochi i cattolici che, pur contrarissimi all’aborto in sé e per sé, considerarono la legge un male minore e votarono contro l’abrogazione al referendum. Però, il coraggio e l’anticonformismo di Bobbio ancora oggi lasciano attoniti e suscitano ammirazione. E giustamente i cattolici gli rendono omaggio.
Nel sito del Centro “€œWalter Tobagi” sono disponibili, in un unico documento, il testo dell’editoriale di Avvenire e dell’€™intervista al Corriere. Su questo blog, inoltre, in un precedente post, vengono segnalati due articoli particolarmente significativi apparsi sulla stampa.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: