Home > interni > Amato risponde a Pannella

Amato risponde a Pannella

Amato ha dunque risposto alla lettera inviatagli da Pannella. La replicaè stata quella che ci si poteva augurare e che ragionevolmente si poteva prevedere, conoscendo l’avvedutezza dell’ex premier : un sì che non ignora le differenze ma non le considera insuperabili. «La lettera aperta che mi hai indirizzato—scrive Amato—ha rievocato in me, ma li hai ricordati tu stesso, i positivi risultati che ebbe la nostra collaborazione nel 1992/1993 nel corso del mio primo governo».

 

 

 

E’ ben vero, ha proseguito Amato, che «non eravamo d’accordo su tutto allora e non lo siamo oggi. Ma l’azione che potei svolgere nei Balcani e il proficuo contributo che il mio governo dette alla preparazione del Tribunale Internazionale sui crimini contro l’Umanità furono dovuti ai tuoi consigli e ai tuoi stimoli. Per non parlare del sostegno che desti in Parlamento alle mie difficili, ma necessarie riforme».

 

 

 

Amato non ha fatto neppure mancare un elogio solenne per Emma Bonino : «Ad oltre dieci anni di distanza ho avuto modo di esprimere pubblicamente la mia ammirazione per il lavoro che Emma Bonino, con il tuo sostegno e quello del Partito Radicale Transnazionale, ha svolto per la Conferenza di Sana’a, dimostrando al mondo che c’è un modo, civilissimo ed altamente efficace, di allargare i confini della democrazia, facendone germogliare i principi nella coscienza di coloro che ancora ne sono esclusi».

 

 

 

E ha conseguentemente concluso così : «Su queste premesse condivido con te l’opportunità di un nostro incontro, in relazione al lavoro in cui sono impegnato per il Programma europeo della Lista Prodi».

 

 

 

Questo e altro si legge sul sito di Radioradicale, ad esempio le reazioni nel centrosinistra e nel centrodestra, o addirittura—e molto meritoriamente nei confronti degli appassionati di storia recente—alcune registrazioni audio del 1992(il sì dell’opposizione radicale alle prime misure economiche varate dal primo governo Amato, un intervento di Emma Bonino alla Camera, la trasmissione «Milano Italia», con Pannella e D’Antoni).

 

 

 

Anche il Corriere della Sera rende conto sullo stato dell’arte (reazioni comprese). Per quanto riguarda l’eventuale candidatura alle Europee di Emma Bonino nelle liste del triciclo—a lanciare l’idea è stato il deputato della Margherita Andrea Papini—il dibattito ha assunto toni infuocati. Al favorevolissimo Enrico Boselli («Le porte non sono aperte, sono spalancate…») ha fatto da contrappeso, manco a dirlo, Rosy Bindi …

 

 

Categorie:interni
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: