Home > interni > La tela di Amato

La tela di Amato


Amato e Pannella si sono dunque incontrati (“a sorpresa, in luogo e ora ignoti, e soprattutto senza la scomoda presenza di collaboratori al seguito”). Ne ha reso conto ieri Il Riformista attingendo principalmente a qualche gossip, data la riservatezza dell’incontro. Ma sembra ben informato. La lettura dell’articolo è comunque consigliabile (per chi lo avesse perso).

 

 

 

 

 

Una novità interessante per quel che riguarda l’ex premier è quella regalata dall’ultimo numero dell’Espresso.

 

 

L’intervista che Amato ha concesso al settimanale sta molto poco dentro la cronaca politica di questi giorni e molto dentro la Weltanschauung del “dottor Sottile”, dove coabitano etica & bioetica, politica, religione, affetti & sentimenti, tratti caratteriali, storia personale, esperienze. Notevole per capire l’uomo, profonda. Non tanto—a onor del vero—per merito dell’intervistatrice, che tuttavia ha fatto un onesto lavoro, quanto dello stesso intervistato, che evidentemente ha adottato di proposito, nella circostanza, una strategia comunicativa “forte”.

 

 

 

 

Da notare, en passant, la battutaccia su Rifondazione, quando deve rispondere alla domanda se gli sia pesata la preferenza dell’Ulivo per Rutelli alle ultime politiche (“Quando vedi che per vincere le elezioni si usa anche Rifondazione comunista, ti rendi conto che si possono adoperare tutte le armi, persino la bellezza”). Qualche altro passaggio:

 

 

 

 

 

Bioetica

 

D.: Lei fa di tutto per non rendersi amabile. Perché, per esempio, ogni tanto disturba i suoi amici con proposte revisioniste sui manicomi o sull´aborto?
R.: “Perché ho una grande passione per l´etica e per la verità“.
D.: Ma si tratta di mettere in discussione grandi conquiste civili.
R.: “Niente è conquistato una volta per tutte. La legge 180 fu sacrosanta, ma oggi troppe famiglie soffrono per l´assenza di strutture di lunga degenza. La legge sull´aborto fu giusta, ma è mai possibile che non si possa dire che alcuni comportamenti emersi in seguito sono sbagliati? Oppure dobbiamo sempre dirci: ´Taci, il nemico ti ascolta´? Come se ogni vicenda della vita fosse un pezzo di guerra civile con da una parte i fascisti e dall´altra gli antifascisti. Sa cosa trovo moralmente scandaloso?”.
D.: Che cosa?
R.: “Trovo scandaloso il medico di famiglia che non si occupa di far prendere alla donna una decisione consapevole, ma lascia il certificato per l´aborto in portineria. Di mezzo c´è la vita di un bambino. Io parlo così: la vita di un bambino. Ma trovo che sia altrettanto immorale lasciar morire migliaia di embrioni e non occuparsi di costruire un sistema che produca cellule staminali. Un embrione destinato a morire, e ce ne saranno sempre, non è diverso da un bambino appena morto a cui è permesso espiantare gli organi per la sopravvivenza di un altro bambino”.

 

 

 

 

 

Religione

 

D.: Ad ascoltarla si pensa che i suoi interessi etici sconfinino in quelli religiosi. È così?
R.: “No, sono un laico e tale resto. Ma sono assolutamente convinto che la fede religiosa sia una qualità positiva. Chi la possiede ha una passione d´amore e quindi una marcia in più”.
D.: Perché una passione d´amore deve essere più efficace di una passione civile?
R.: “Non ho una risposta. Anche Kant diceva ´ama il prossimo tuo´, ma non ha funzionato nello stesso modo. Credo che l´amore per il prossimo generato dalla fede induca comportamenti ed effetti di simbiosi tra gli esseri umani che nessuna etica laica riesce a produrre”.

 

 

 

 

 

Una verità su Craxi

 

“Era convinto di stare pagando ingiustamente anche per altri ed era indebolito dal diabete che camminava dentro di lui. Nessuno ha mai raccontato come alcune sue incertezze e alcuni errori dei primi anni Novanta fossero anche un effetto di quella terribile malattia.”

 

 

 

 

Merita di esser letta integralmente.

 

 

 

Categorie:interni
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: