Home > tibet > Amato Tibet

Amato Tibet


Oggi è uno di quei giorni in cui il blogging proprio non posso permettermelo, almeno fino a tarda sera. Ma se potessi l’argomento di cui mi occuperei sarebbe il Tibet.

 

Per fortuna qualcuno—come ha prontamente segnalato Paolo—ha già provveduto, quindi mi permetto di rinviarvi da lui, da Alessio. Per favore, andate a vedere, e poi ditemi se non avevo ragione.

 

 

 

Per quanto riguarda me, più di una volta ho toccato l’argomento, questa è una. Non è recentissima, ma esprime il mio punto di vista sull’intera faccenda.

 

 

Buona giornata.

 

 

 

 

Categorie:tibet
  1. avy
    27 aprile, 2004 alle 15:40

    pazzesco, non posso parlare di un argomento che subito… domani provo con la vita segreta dei carcharadon carcharias.

  2. 27 aprile, 2004 alle 16:17

    già, è singolare …

  3. 27 aprile, 2004 alle 17:53

    il Tibet come tante altre tragedie passate in secondo piano a causa delle megaproduzioni statunitense Bush Corporation (leggi Irak etc.)…è deprimente…..Per Avy…che vuoi dire? che ti rubano le idee?…vedo che con Pucci continui a beccarti, ma insomma….un po’ di rispetto per una signora tanto garbata….Ciao Wind…a presto. Alain

  4. 27 aprile, 2004 alle 18:11

    Una volta o l’altra, Alain, mi spieghi chi è Avy, chi è Pucci e cosa è questa storia che si beccano …😉 Scherzo, ma mi sa che hai fatto confusione di blog … succede. Don’t worry

  5. 27 aprile, 2004 alle 20:21

    Dai Salotto, non fare così. Seguo Wind quotidianamente da un paio di mesi: parla del Tibet una volta al mese, mediamente (un po’ come io sui russi ;-)) Nulla si crea e nulla si distrugge, disse uno. (anche se Zichichi ci scrisse su “Perchè credo in colui che ha fatto il mondo” per confutarlo. Ma queste sono polemiche con Mmo). Un saluto a Wind, e spero che la tua giornata infernale – sono le 20.22 – sia finita..

  6. 27 aprile, 2004 alle 21:14

    Serfhei, sì, è finita. Ma hai frainteso… Salotto non ce l’ha con me, come non c’rntra con me il discorso che gli ha fatto Zrnblog. Insomma,,, è come la commedia degli equivoci! Salotto si è limitato a dire (almeno ho capito così) che uno non fa in tempo a dire una cosa che succede qualcosa …. quasi scaramanticamente, e io gli ho detto scherzando che in effetti è singolare. A sua volta Zenblog rimprovera Salotto per una polemica con un’altra persona sul “suo” blog.
    Insomma, uno non fa in tempo a tornare a casa e trova un qui pro quo dopo l’altro in cui è involontariamente e incolpevolmente coinvolto. Morale della favola: non vi si può lasciare soli un attimo!.Ma guarda un po’…

  7. 27 aprile, 2004 alle 21:26

    …Ma se per caso sono io che non ho capito niente, beh non mi resta che proclamare la mia buona fede …

  8. 27 aprile, 2004 alle 21:38

    Serfhei, sì, è finita. Ma hai frainteso… Salotto non ce l’ha con me, come non c’rntra con me il discorso che gli ha fatto Zrnblog. Insomma,,, è come la commedia degli equivoci! Salotto si è limitato a dire (almeno ho capito così) che uno non fa in tempo a dire una cosa che succede qualcosa …. quasi scaramanticamente, e io gli ho detto scherzando che in effetti è singolare. Non penso neppure che ce l’avesse con il destinatario del mio link… A sua volta Zenblog non sta difendendo me, e in ogni caso rimprovera Salotto per una polemica con un’altra persona sul “suo” blog. Insomma, uno non fa in tempo a tornare a casa e trova un qui pro quo dopo l’altro in cui è involontariamente e incolpevolmente coinvolto. Morale della favola: non vi si può lasciare soli un attimo!.Ma guarda un po’…
    P.S. Se poi sono io ad aver capito male, beh mi limito a proclamare la mia buona fede…

  9. 28 aprile, 2004 alle 11:26

    In questo caso, mi sono sbagliato. Chiedo scusa, al Salotto innanzitutto :-))

  10. avy
    28 aprile, 2004 alle 12:04

    ma no, ma no, scherzavo (grazie windorese per aver colto il mio spirito). esplicito l’ironia nell’inizio del mio nuovo postino in cui anch’io rimando a oresetina… per osho: io sono un candelotto, non un maestro zen. io non abbraccio, bacio, consolo, commuovo, io cerco i dibottiti. e credo che la pucci, acida e sgradevole sin dall’inizio e direi un po’ con tutti, credo che condivida l’approccio. non cerchiamo amici, cerchiamo idee e confronti schietti e quando possibile divertenti. o almeno credo.

  11. 28 aprile, 2004 alle 12:29

    Saprà ascoltare il Tibet il mondo impegnato nella lotta al terrorismo?

  12. 28 aprile, 2004 alle 14:30

    Ad Avy (Salotto): non avevo dubbi, in effetti. E poi siamo talmente pochi a parlare del Tibet che ci mancherebbe pure litigassimo! Stammi bene.

  13. 28 aprile, 2004 alle 14:32

    A Sferapubblica: quesito ben posto, direi …
    Comunque vorrei il tuo parere anche sul post successivo, quello su Rorty, che mi sembra di grande impegno anche se…

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: