Home > esteri, interni > “Totti — €”den italienske lama”

“Totti — €”den italienske lama”


“Totti—den italienske lama”





Al di là di tutto l’ovvio che si può dire (vergogna, ecc., tutto sacrosanto), a me il titolo del giornale danese (“Totti, il lama italiano”) provoca crisi di riso incontenibile. E forse la lezione più severa per il poveretto è proprio questa: l’aver strameritato un appellativo così esotico ed elegantemente, simpaticamente beffardo. Totti, in Danimarca e forse non solo, resterà sempre “il lama italiano”. Un “omaggio” monumentale.





P.S.: Era un commentino estemporaneo ad un post di Attentialcane, ma poi ho pensato di replicarlo anche qui. In fondo io sono un po’ in pena per il povero “lama”…





Categorie:esteri, interni
  1. 17 giugno, 2004 alle 20:03

    Roberto ammetetrai che i lama sono molto più eleganti….(Perbacco non mi dai il tempo di rispondere al tuo post di prima che subito ne piazzi un altro…, ma sei…incontenibile….Alain

  2. 17 giugno, 2004 alle 20:13

    appunto, “loro” sono eleganti …

  3. 17 giugno, 2004 alle 22:06

    Per me la sproporzione tra la piccola vicenda e l’ampiezza dei servizi televisivi, addirittura aperture di telegiornali, è avvilente. Mai o quasi mai un sguardo alle vicende del mondo, eccezion fatta per l’Iraq. Mai o quasi mai una riflessione sulle cose gravissime che stanno accadendo. Qui da te, caro Roberto, ho trovato la giusta misura, l’ironia leggera, il simpatico lama “sputatore”, il gusto di una lunga risata. Sia lode alla leggerezza, caro amico. harmonia

  4. 18 giugno, 2004 alle 0:19

    Sia lode alla leggerezza!
    Con le parole di uno che sapeva cos’è:
    Preghiera per il buon umore
    Dammi, o Signore, una buona digestione e anche qualcosa da digerire. Dammi la salute del corpo, col buon umore necessario per mantenerla.
    Dammi, o Signore, un’anima santa, che faccia tesoro di quello che è buono. Dammi un’anima che non conosca la noia, i brontolamenti, i sospiri e i lamenti, e non permettere che io mi crucci eccessivamente per quella cosa troppo invadente che si chiama “Io”.
    Dammi, o Signore, il senso dell’umorismo. Concedimi la grazia di comprendere uno scherzo, affinché conosca nella vita un po’ di gioia e possa farne parte anche ad altri.
    –Tommaso Moro

  5. 18 giugno, 2004 alle 17:35

    Direi che ha fatto schifo il gesto di Totti, e io se fossi stato il CT anzi un CT (non il Trap) , lo avrei spedito a calci nei gioielli di famiglia, a casa o al mare (magari pero’ gli facevo anche un favore).
    Pero’ mi lascia perplesso il modo in cui , se un ITALIANO sbaglia , ne riportano una tragedia greca , ma le gomitate,gli inetrventi al limite, il continuo calcettio alle caviglie puponesche , nessuno le ha notate.

  6. 18 giugno, 2004 alle 18:05

    Che siano state tutte le Pepsi che si è bevuto a produrre il geyser di saliva?

  7. 20 giugno, 2004 alle 16:03

    Scusami W.R.H. so che magari sto uscendo fuori traccia , ma che fine ha fatto AgeBlog?

  8. 21 giugno, 2004 alle 14:16

    In effetti ho notato che il sito è inaccessibile da qualche giorno. Non saprei. Peccato. Ma spero che sia una cosa temporanea.

  9. 21 giugno, 2004 alle 18:40

    Ciao Roberto…giusto un saluto. Alain

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: