Archivio

Archive for 2 aprile, 2005

‘Thou hast made known to me the ways of life’

For David speaketh concerning him,
I foresaw the Lord always before my face,
for he is on my right hand, that I should not be moved:
Therefore did my heart rejoice, and my tongue was glad;
moreover also my flesh shall rest in hope:
Because thou wilt not leave my soul in hell,
neither wilt thou suffer thine Holy One to see corruption.
Thou hast made known to me the ways of life;
thou shalt make me full of joy with thy countenance.

Acts 2, 25-28

———

Dice infatti Davide a suo riguardo:
Contemplavo sempre il Signore innanzi a me;
poiché egli sta alla mia destra, perché io non vacilli.
Per questo si rallegrò il mio cuore ed esultò la mia lingua;
ed anche la mia carne riposerà nella speranza,
perché tu non abbandonerai l’anima mia negli inferi,
né permetterai che il tuo Santo veda la corruzione.
Mi hai fatto conoscere le vie della vita,
mi colmerai di gioia con la tua presenza.

Atti 2, 25-28

 

Categorie:quote for the day

Zimbabwe: contestata la vittoria di Mugabe

2 aprile, 2005 2 commenti

Com’era ampiamente previsto Robert Mugabe ha vinto le elezioni si è assicurato la maggioranza parlamentare di due terzi: quello che gli serviva per cambiare la costituzione dello Zimbabwe. Ma il partito di Morgan Tsvangirai, il Movimento per il Cambiamento Democratico (Mdc), uscito sconfitto, ha contestato il risultato. Reuters—Italia informa che l’Mdc
 
ha accusato lo Zanu-Pf di aver intimidito e impaurito gli elettori per vincere, citando i casi di votanti allontanati dai seggi e voti comparsi misteriosamente nei seggi in cui più forte era la competizione tra partiti.
 
Il quotidiano britannico The Independent (grazie a Harry) riporta l’amarezza—e una velata minaccia—del leader dell’opposizione:
 
"This government has fraudulently once again betrayed the people," said Mr Tsvangirai in what was seen as an indirect call for a mass uprising in response to what the opposition called "rigged results".
 
Un altro esponente del Movimento per il Cambiamento Democratico, David Colthard, ha mosso accuse circostanziate:
 
"There have been widespread irregularities and breaches of electoral law. The police were ejecting MDC election agents whilst the balloting took place … If it was happening here in an urban constituency, it was worse in the rural areas where there is no communication."
 
The Globe and Mail (grazie a Norm) riferisce le reazioni dei sostenitori dell’Mdc e di Morgan Tsvangirai:
 
In the streets, his supporters were listening to results trickle in and waiting for a sign. Shepherd Matetsi, a 26-year-old mechanic, could not believe that ZANU-PF won his riding, and he was asking in the streets all day yesterday for news.
"We’re waiting for word from Tsvangirai. If he gives the word, we will go to the streets," he said in the early evening. "But up to now he hasn’t said anything. If he calls us, we will go — although there is some risk [to] life. But he hasn’t called."
Categorie:esteri

Post numero 585

2 aprile, 2005 2 commenti

Questo è il post numero 585, nell’anno e mezzo di vita—all’incirca—di questo blog. Se guardo indietro, ma anche avanti, ho una sola certezza: i post di cui sono più convinto son quelli che non ho scritto, e che non scriverò, per un senso di riguardo, o di inadeguatezza, o forse, banalmente, per non dire cose che molti hanno già detto e scritto, o si stanno accingendo a dire e a scrivere. Non importa se meglio o peggio. In entrambi i casi, infatti, almeno in certe circostanze, astenersi mi sembra preferibile.

Categorie:varie