Archivio

Archive for 6 aprile, 2005

Zimbabwe: ecco come sono andate le cose

6 aprile, 2005 2 commenti

Qualche giorno fa, parlando delle elezioni nello Zimbabwe, davo un link ad un blog, Sokwanele (Civic Action Support Group), che poteva aiutare a capire quello che stava avvenendo nel Paese africano. Ebbene, adesso se cercate un racconto dettagliato di come il partito di Mugabe è riuscito a manipolare il voto, è proprio lì che lo potrete trovare. A segnalarlo è Norm (grazie!).
 
Categorie:esteri

A Subiaco, culla del monachesimo d’Occidente

6 aprile, 2005 1 commento

Su Settimo cielo, il blog di Sandro Magister:
 
S. ScolasticaLa sera di venerdì 1 aprile, penultimo giorno di vita di Giovanni Paolo II, è accaduto un fatto che i media non hanno quasi rilevato (con la sola eccezione di "Avvenire"): il cardinale Joseph Ratzinger ha lasciato Roma e si è diretto a Subiaco, la culla del monachesimo d’Occidente e di san Benedetto padre e patrono d’Europa, per poi ritornare a Roma la notte stessa.
A Subiaco per fare che cosa, in un momento così delicato?
Per tenere una conferenza […]
 
La conferenza si intitolava “L’Europa e la crisi delle culture”, e la potete leggere qui. La tesi di fondo è espressa chiaramente in queste parole dello stesso cardinale: la cultura che è oggi prevalente nel Vecchio continente "costituisce la contraddizione in assoluto più radicale non solo del cristianesimo, ma delle tradizioni religiose e morali dell’intera umanità".
 
Categorie:culture autoctone

Per il Libano

6 aprile, 2005 4 commenti

Ricevo via email da Jim Hake, di Spirit of America, l’invito a far conoscere un’iniziativa che mi sembra tanto interessante quanto meritevole di essere sostenuta con convinzione. Si tratta del Libano, cioè di dare una mano al popolo libanese affinché possa ottenere libere elezioni ed effettiva indipendenza (dalla Siria). Jim è in Libano in questo periodo, e da laggiù fa sapere che qualcosa possiamo fare tutti:   
 
 
”It makes a huge difference to be here. I’ve spent most of the last 48 hours with the demonstrators here who are struggling for a free, democratic and pluralistic society – one where people from different faiths can live and prosper together. We have seen Muslims and Christians side by side praying together and working for free elections. This is extraordinary.
……
The opportunity for Lebanon to transform the Middle East and Arab world is much greater than I thought.  It is also more fragile.  The people of Lebanon need our help and our support.  They are asking for it.  Without it, the Syrians and terrorists are likely to win.” 
 
La lettera, per chi vuol leggerla tutta, è anche qui, mentre il progetto in questione è: ”Help the people of Lebanon win their independence”.

 

 
Categorie:esteri

Parole che lasciano il segno

6 aprile, 2005 1 commento

Monsignor Ravasi, nel “Mattutino” di oggi rivela che il Papa, durante le sue catechesi dedicate ai Salmi dei Vespri, commenò le parole del Salmista che avevo richiamato in un’ora grave e gioiosa al tempo stesso. La coincidenza mi fa molto piacere, perché quelle mi sembrano parole che “lasciano il segno”. Ma, a parte questo, “Il Mattutino” di oggi (come quelli dei giorni scorsi, e, diciamo pure, come tutti gli altri, nessuno escluso) merita cinque minuti del vostro tempo—e possibilmente, dopo aver letto, una mezz’ora di riflessione e di meditazione.
 
 
Categorie:culture autoctone

Il ”diario elettorale” di Tony Blair


[Button] Read Tony Blair's Campaign DiaryMentre l’Italia commenta il voto regionale, il Regno Unito è in piena campagna elettorale (le elezioni generali si terranno il 5 maggio). E il sito Web del Labour Party ospita un campaign diary tenuto in prima persona dal Primo ministro Tony Blair. Non è un blog, ma gli assomiglia. Il “diario” ospiterà tutti i discorsi che Blair terrà da qui alle elezioni, i suoi emails e le risposte ai lettori (rubrica "Talk to Tony"). Al momento si possono leggere il primo messaggio e alcune risposte ai lettori. (Via Harry’s Place)
 
Categorie:esteri