Home > culture autoctone > Antiseri: perche' Ratzinger ha torto sul relativismo

Antiseri: perche' Ratzinger ha torto sul relativismo


Nel post precedente ho citato, tra i critici di Marcello Pera, Dario Antiseri, cattolico, professore di Metodologia delle scienze sociali alla LUISS di Roma, nonché curatore delle opere filosofiche di Karol Wojtyla. E difensore del relativismo. Ergo contestatore di Joseph Ratzinger sul relativismo stesso e sulla legge naturale. Ebbene, Sandro Magister ha appena pubblicato ampi stralci diun saggio che Antiseri ha scritto per Vita e Pensiero (numero 5, 2005, in libreria dal 30 ottobre), la rivista ufficiale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Le parti riportate sono quelle in cui l’autore discute di relativismo e nichilismo.
 
Il tempo di leggerlo con calma e poi ci risentiamo (forse domani).  

Advertisements
Categorie:culture autoctone
  1. 4 novembre, 2005 alle 9:37

    Io, invece, come al solito, l’ho letto con foga!
    Alcuni passaggi non mi convincono, ma più di tutti l’idea generale. Che non mi sembra tanto il relativismo o il nichilismo (alcune idee non mi sembrano stupide), quanto l’idea che l’unica difesa della fede dal punto di vista razionale sia rifugiarsi nelle cortine di fumo dello scetticismo. E’ comodo: visto che ho timore/paura che le critiche filosofiche alla fede mi destabilizzino, allora mi rintano nella penombra del forse e del puoddarsi, dove qualsiasi attacco si assorbe nella bambagia.
    In verità, la legge di Hume da sola non basta all’argomento di Antiseri. Se da un “è” non si può tirare fuori un “devi”, è innecessario che lui citi chi scrive “la ricerca della verità assoluta è contraria alla democrazia”: tanto se comunque non puoi dedurne norme morali! Quello che interessa ad A. è piuttosto che gli attacchi filosofici alla trascendenza (di cui magari si è sentito più scosso che altri) abbiano un comodo strumento per venire azzerati: eccolo che l’ha trovato.

  2. 4 novembre, 2005 alle 19:10

    Io invece devo ancora cominciare. anche se so già cosa può aver scritto Antiseri (e sono argomentazioni che immagino dipoter condividere, con una domanda: siamo sicuri che non sia possibile una conciliazione?).

  3. 4 novembre, 2005 alle 21:03

    mercì della segnalazione del blog.

  4. 5 novembre, 2005 alle 19:02

    No, io sono sicuro che sia possibilissima una riconciliazione, anche perché penso che quando Antiseri parla di un progetto di fondare la morale sulla ragione non parla “la stessa lingua” di Ratzinger (che comunque poi, va ricordato, non è in alcun modo un “neoscolastico”…). Insomma, quando don Giussani dice che la ragione per la sua stessa struttura chiama qualcosa di più alto di lei, immagino abbia avuto un’intuizione simile ad Antiseri quando dice che “il nichilismo è la spia a servizio dell’altissimo” e che “è bene che la ragione capisca che non può afferrare il senso nelle sue mani”. Non è poco.
    Detto questo, però, l’impalcatura del discorso che propone non mi piace tanto. Cioè, capisco lo “scetticismo di Montaigne” come medicina per le pretese assolutizzanti della filosofia, ma detta come la dice lui sembra semplicemente un giocare in difesa. Comunque, secondo me, lo scetticismo non può essere un punto di partenza.

  5. 24 novembre, 2005 alle 12:28

    Ho letto lo stralcio dell’articolo di Antiseri. Interessante, ma non lo condivido.
    Il pensare che la ragione umana sia incapace di cogliere nella realtà fisica e metafisica, alcune verità naturali, che non abbisognano per essere comprese della fede,significa che la convivenza si regge solo sui rapporti di forza, la democrazia si converte in un insieme di formali procedure. Qui sta anche la debolezza del cattolicesimo liberale, che oscilla tra una fede reale, ma debole, e una debole ragione. L’errore, cioè l’incapacità di conciliare fede e ragione, può portare al fideismo o al razionalismo.
    Ribadisco comunque la mia stima per il professore Antiseri.

    max74_teocon
    http://pensiero_conservatore.blog.tiscali.it/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: