Home > interni > Domanda da 50 milioni (ancora)

Domanda da 50 milioni (ancora)

L’editoriale del Foglio del 30 dicembre—oggi rilanciato dal giornale di Giuliano Ferrara—chiedeva a D’Alema qualche spiegazione (sul piano politico, non giudiziario e penale), cosa che a me, sinceramente, sembra lecita, se non addirittura doverosa, e comunque non lesiva della dignità e dell’immagine di alcuno.

All’annuncio di querela da parte di D’Alema, a causa di quello stesso editoriale, Giuliano Ferrara ha così replicato:
«Ci siamo limitati a osservare che cento miliardi di vecchie lire sono cento miliardi di vecchie lire, e che quella somma, divisa tra il capo di Unipol e il suo vice, ha l’apparenza di una provvista finanziaria estero su estero più che di una consulenza professionale fatturata. Abbiamo chiesto ragione, in termini politici e non penali, di una obliqua contiguità del presidente ds a un gruppo di potere finanziario che opera da molti anni sotto il suo sempre meno dissimulato patrocinio politico».
 

Annunci
Categorie:interni
  1. 7 gennaio, 2006 alle 15:49

    Bello! Dunque il problema non è l’intercettazione tra Consorte e Fassino, che gioiva perchè il movimento cooperativo “rosso” si stava dotando di una banca. Operazione del tutto lecita, se effettuata con mezzi leciti.( Quello “bianco” le banche ce l’ha già-si chiamano casse di credito cooperativo )Il problema sono cinquanta milioni di euro che Ferrara spera facciano dei DS i nuovi Craxi; ma dovrebbero essere denari sottratti alla collettività, per pareggiare il conto. In assenza totale di fatti, Ferrara deve accontentarsi di una querela. Per il resto vedremo. Ma se la sinistra fibrilla per le insinuazioni di Ferrara, la vogliamo chiamare sinistra cogliona?

  2. 7 gennaio, 2006 alle 20:07

    Vabbè, ho capito, è Ferrara che deve dare spiegazioni. peccato che non ci sia più Bettino Craxi, altrimenti magari qualcuno chiamava in causa anche lui.

    Comunque, io ho riprodotto l’editoriale proprio perché mi sembra inaccettabile reagire con le querele alla richiesta di far emergere tutta la verità.

    E l’ho fatto dopo aver difeso non una ma decine di volte D’Alema — l’ultima pochi giorni fa contro il demagogo Grillo — e Fassino, che, quasi da soli nel loro partito, hanno tentato di fare qualche conto con la storia e di portare i ds su posizioni autenticamente riformiste.

    Quello che non sopporto è la mania di voler tappare la bocca al prossimo. Perché invece non si chiede ad Achille Occhetto (non con un’altra querela, ma semplicemente per avere una risposta) cosa intendeva dire quando ha asserito che le colpe della dirigenza ds sono peggiori di quelle di Craxi?

  3. 8 gennaio, 2006 alle 21:23

    craxi ha dato la sua opinione dei fatti. fassino tergiversa e accusa il cdx — ma il cdx non fa nessuna accusa!!!!

  4. 8 gennaio, 2006 alle 23:53

    Beh, più o meno …

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: