Home > interni > Sondaggi & campagne: variazioni sul tema

Sondaggi & campagne: variazioni sul tema

L’editoriale del Riformista di oggi: 
[D]a tempo prevedevamo questa rimonta di Berlusconi: è fisiologica, man mano che la platea degli interessati alle elezioni si allarga, ed è altamente probabile che la gara finisca sul filo di lana. Niente può ancora essere dato per scontato.
[…]
I sondaggi possono essere forzati, ma il trend è visibile, anche se è lento. E sarebbe […] miope non sottoporre a critica la campagna elettorale dell’Unione. Nell’ultima settimana, dopo il lancio della proposta di ridurre il cuneo fiscale, così efficace che il centrodestra ha dovuto copiarla nel suo programma, è stato tutto un dissidio interno, da Ferrando a Illy, che mette seriamente in discussione la credibiltià dell’Unione come forza di governo. Il messaggio di Prodi è giusto: rimettere in moto lo sviluppo. Ma bisogna anche convincere gli italiani che lo schieramento che lo propone è il più adatto a farlo.

A proposito di campagne elettoralicioè, per esser chiari, non di come ma di cosa, nella campagna medesima, si va a raccontare alla gente—, caso mai qualcuno avesse perso la puntualizzazione di Luca Ricolfi su La Stampa di ieri, rimanderei senz’altro a quelle ultime righe nelle quali si compendia una desolazione che più bipartisan non potrebbe essere:
 
Tutto fa pensare che il 9 aprile noi poveri elettori – se troveremo la forza di votare questi schieramenti – avremo di fronte solo due alternative. A destra un nuovo contratto con gli italiani, ossia un programma di pochi punti che fa promesse chiare ma irrealizzabili (o realizzabili solo con costi sociali immensi). A sinistra un lunghissimo e illeggibile libro dei buoni propositi, che fa promesse così vaghe che nessun essere razionale sarà mai in grado di stabilire se sono state rispettate oppure no. Auguri a tutti.
 
Il resto dell’articolo potete leggerlo su Wittgenstein. Un blog, tra l’altro, che di questi tempi dovrebbe essere consultato/somministrato con una frequenza di almeno due-tre volte al dì—ma anche preso sporadicamente e in dosi ridotte dimostra un’indubbia efficacia (e non è necessaria la prescrizione medica).

Categorie:interni
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: