Home > interni > Per puro caso?

Per puro caso?


Se c’è un’attitudine mentale che mi è profondamente estranea, questa è la cosiddetta dietrologia. Penso che cercare i nessi, le coincidenze, le contraddizioni, ecc., tra gli avvenimenti sia un esercizio ovviamente fondamentale, a patto però che si ragioni su dati di fatto verificabili e non su supposizioni e congetture, per quanto affascinanti. Anche per questo, ad esempio, non credo sia un buon metodo di indagine giudiziaria o poliziesca il procedere per “teoremi.” Non mi piace, anzi, mi dà francamente fastidio.
 
Tuttavia, a volte certi accadimenti sembrano quasi provocati ad arte per indurre a delle riflessioni che finiscono regolarmente per condurti lungo i tortuosi sentieri del sospetto. Tu non vorresti, ma ci sei praticamente costretto. E’ il caso della cattura di Bernardo Provenzano, o meglio della tempistica dell’avvenimento in questione.
 
Ebbene, non saprei dire se si tratti più di una buona terapia preventiva per non cadere nella trappola dietrologica o di un sia pur cauto cedimento al gusto del sospetto, ma devo ammettere che ciò che si legge su Avvenireun giornale che quanto a cautela può dare lezioni a chiunque—ha una sua forza di persuasione. L’articolo, tra l’altro, riporta generosamente le congetture avanzate da un quotidiano un po’ più incline al genere letterario di cui stiamo parlando (Il Riformista). Una lettura davvero interessante.
Categorie:interni
  1. anonimo
    14 aprile, 2006 alle 13:28

    Che si sia preferito ritardare qualche giorno la cattura del boss per non farla coincidere con la campagna elettorale mi sembra plausibile. Ci mancava solo una “october surprise” in questa campagna…

    La tesi però che il ritardo sia stato orchestrato per fare un piacere al nuovo governo non mi pare regga. Soprattutto perché il nuovo governo non c’è, almeno fino a giugno al più presto.

    Stefano

  2. 14 aprile, 2006 alle 13:35

    credo si sia trattata di pura coincidenza…Augurissimi Roberto. Alain

  3. 14 aprile, 2006 alle 13:56

    Bah, per carità, tutto è possibile a questo mondo, ma le vostre interpretazioni secondo me non reggono neanche un secondo.

    Alain, contraccambio gli auguri (anche su Zenblog).

    Saluti

  4. anonimo
    14 aprile, 2006 alle 14:15

    ciao roberto sono egine,
    credo che quanto scritto sull’avvenire sia molto plausibile,
    me è la solita storia del vero e del
    verosimile, non lo sapremo mai se
    sarà come io credo seppellito fra
    i “si dice e i non si dice” comunque
    auguri tanti e a presto

  5. 14 aprile, 2006 alle 15:18

    E’ senza dubbio come dici tu, Emanuele. Auguri anche a te.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: