Home > informazione, interni > Travaglio Marco, ovvero la notte in cui tutte le vacche sono nere

Travaglio Marco, ovvero la notte in cui tutte le vacche sono nere

Stasera ho assistito in diretta alla pessima figura che Roberto Castelli ha fatto fare a Travaglio Marco (ad Anno Zero). Non ce n’era bisogno, almeno per coloro che in questi giorni hanno letto ciò che ha scritto Filippo Facci (vedi i tre post precedenti dedicati a lui), ma anche qualcun altro di cui ha riferito Camillo. Però repetita juvant. Il personaggio è ormai perfettamente trasparente. Dispiace una cosa, ovvero una possibilità: che il crollo di credibilità del tipo (e dei suoi interessatissimi ospiti Fazio Santoro e non so chi altri) trascini con sé anche fenomeni di denuncia giornalistica assai più meritevoli di attenzione e rispetto, malgrado tutto. Non buttare via il bambino insieme all’acqua sporca, questo è il problema, nella notte in cui tutte le vacche sono nere (se me ne viene in mente un’altra faccio un update).

Annunci
Categorie:informazione, interni
  1. gino
    15 maggio, 2008 alle 21:42

    ed è inutile chiudere il recinto quando i buoi sono scappati… 🙂

  2. rob
    15 maggio, 2008 alle 22:19

    Fazio è servito.

    Ma attenzione anche a quelli che la mano destra non sa quello che fa la sinistra … 😉

  3. Stefano
    16 maggio, 2008 alle 0:27

    spocchioso e saputo come sempre, l’inquisitore adesso e’ inquisito per frequentazioni con mafiosi …SIAMO TUTTI SCHIFANI !!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: