Home > informazione, interni > Santoro, ovvero l’insostenibile leggerezza dei ‘fatti’

Santoro, ovvero l’insostenibile leggerezza dei ‘fatti’

Oggi ho letto una cosa importante, un’altra l’ho sentita. La prima la si deve alla penna di Antonio Polito, il direttore del Riformista che si è rifiutato di andare ad Anno Zero per via della “presenza in quel programma di Marco Travaglio.” Approvo cordialmente e lascio alla lettura diretta: niente da aggiungere. La seconda la si deve alla lingua di Michele Santoro, che ha tenuto per il suo pubblico una piccola lezione (al contrario) di giornalismo.  Ha detto, tra l’altro, una cosa piccola piccola, ma storica: noi giornalisti dobbiamo render conto, col nostro lavoro, dei “fatti.” Ma, attenzione, un fatto, secondo lui, è anche quel che ha detto il pentito Spatuzza su Berlusconi. Non so se nel corso della trasmissione qualcuno abbia fatto notare a Santoro una “lieve” imprecisione (dopo meno di mezz’ora ho spento la tv, ma finché ho ascoltato nessuno ha rilevato nulla), e dunque nel dubbio me ne incarico io. Quel che dice Spatuzza non è un fatto, è solo quel che dice lui (quello che secondo lui sarebbe tale, cioè un fatto, cioè la verità), semmai un fatto è che Spatuzza dica quel che dice (il che non implica che quel che dice sia un fatto, ma appunto solo che ci troviamo di frontre al fatto che Spatuzza dica quel che dice). Insomma, è più difficile da spiegare che da capire, ma la differenza tra un fatto e quel che qualcuno afferma essere tale è la differenza tra un serio professionista dell’informazione e uno la cui professione, nella migliore delle ipotesi, è quella del gioco delle tre carte. Una lezione memorabile, persino “sublime” nella sua perfezione stilistica ed essenzialità.

Categorie:informazione, interni
  1. paola
    18 dicembre, 2009 alle 6:07

    penso di aver capito ciò che hai “tentato” di spiegare, e penso tu abbia ragione, ma non credo che, per questo, santoro non sia più un giornalista credibile. è invece,secondo me,più credibile di tanti altri “giornalisti”al soldo di berlusconi,e quindi di una faziosità senz’altro più credibile.

    • 26 dicembre, 2009 alle 1:52

      Paola, sono contento che tu sia d’accordo, poi tu sei ovviamente padronissima di scegliere di chi ti puoi fidare. Io personalmente non mi fido di chi viene scoperto a imbrogliare e cambiare le carte in tavola, da qualsiasi parte stia, e chiunque egli sia, anche il più stimato giornalista, intellettuale, filosofo, magistrato, ecc.. Spero che tu mi riconosca questo diritto …

  2. Stefano
    18 dicembre, 2009 alle 13:08

    E’ vero che il fatto che un evento X sia effettivamente successo non è la stessa cosa del fatto R(X) che qualcuno riferisca che l’evento sia successo o perfino il fatto R(R(X)) che qualcuno riferisca che qualcuno gli ha detto che l’evento è successo, etc.

    Se il testimone è attendibile, allora il fatto R(X) può essere un’indicazione di X, e tanto più forte quanto più attendibile è il testimone. E questo è un dato che probabilmente sarebbe compito dei giornalisti di indagare: quanto è attendibile Spatuzza ? che altre informazioni ha rivelato, e si sono rivelate vere o no ?

    Ricordiamoci poi quanto il principio della testimonianza sia importante per la nostra società: non solo nell’ambito penale, ma anche in quello civile; perfino l’atto di matrimonio fra due persone non è valido se non è controfirmato da testimoni.

    • 26 dicembre, 2009 alle 1:56

      Stefano, innanzitutto ti devo chiedere scusa, infatti credevo di aver effettuato l’approvazione di questo commento (in sede di moderazione), e invece or ora ho scoperto che così non era stato. Pertanto riparo adesso.
      In secondo luogo ti ringrazio per questo contributo alla chiarezza del concetto. Ciao

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: