Home > filosofia, religione > John Henry Newman e l’abito mentale filosofico

John Henry Newman e l’abito mentale filosofico

John Henry Newman sarebbe di per sé un argomento attualissimo, ma oggi come oggi—primo giorno della visita ufficiale di Benedetto XVI in Inghilterra e Scozia, nel corso della quale il Venerabile J.H. Newman verrà proclamato “beato”—lo è ovviamente ancora di più. Ne ho parlato recentemente nel blog in inglese e oggi lo faccio anche qui per segnalare un libro di Angelo Bottone, John Henry Newman e l’abito mentale filosofico. Retorica e persona negli Scritti Dublinesi (Prefazione di  Bruno Forte) e la recensione di Marco Semarini che si può leggere sul Blog dell’Uomo Vivo. Sempre di Angelo Bottone segnalo un articolo di ieri l’altro su SIR (Servizio Informazione Religiosa): “BENEDETTO XVI E NEWMAN – Il filo della coscienza. Uniti dalla forte passione per la verità.” Buona lettura—possibilmente anche del libro, non solo dell’articolo e della recensione…

Categorie:filosofia, religione
  1. 17 settembre, 2010 alle 7:58

    Grazie della segnalazione, Roberto. E’ in uscita anche la versione inglese del mio libro, che poi sarebbe quella originale.
    Sono ora in partenza per Birmingham, per celebrare Newman ed il Santo Padre.
    Un saluto a te e a tutti i tuoi lettori.
    Angelo

    • 17 settembre, 2010 alle 8:05

      E’ sempre un piacere, Angelo. Ottima notizia l’uscita della versione inglese del libro! A risentirci … sul blog in inglese…😉

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: